CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news su Fiere, Sagre ed Esposizioni

Cerca nel blog

lunedì 14 maggio 2018

Da Eataly Ostiense inizia La Settimana della Pizza 🍕🍕


DA OGGI FINO A DOMENICA 20 MAGGIO 2018
NON PERDETEVI

LA SETTIMANA DELLA PIZZA
DA EATALY OSTIENSE

Eataly dedica alla pizza una settimana intera: da lunedì 14 a domenica 20 maggio, ogni giorno potrai partecipare a tantissime iniziative che celebrano il piatto italiano più amato al mondo, con corsi, degustazioni, aperitivi e incontri speciali.

Ma questa è anche l'occasione ideale per scoprire l'impasto speciale preparato proprio per la settimana in partenza, realizzato da Eataly in collaborazione con le pizzerie Sancho e Lievito Pizza e Pane. Sarà la base di tutte le pizze alla pala della panetteria e, dal 18 al 20 maggio, lo potrai acquistare in Panetteria e portarlo a casa, e utilizzarlo così per le tue prossime pizze!

SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO, GLI OSPITI E I WORKSHOP

 

Per maggiori informazioni e prenotazioni:
06 90279201



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 9 maggio 2018

Cibus: Pane olio e pomodoro, il "superfood" della dieta mediterranea

PANE OLIO E POMODORO: IL "SUPERFOOD" DELLA DIETA MEDITERRANEA

Al Salone internazionale dell'Alimentazione di Parma, ANICAV e ASSITOL insieme per sostenere l'incontro dei tre alimenti alla base della nostra tradizione gastronomica. Una sinergia che intende valorizzare l'apporto salutistico di questi tre alimenti, ma anche il peso economico delle aziende nei rispettivi settori. 

La ricetta della salute migliore per gli italiani e redditizia per la nostra economia? Pane, olio e pomodoro. In occasione dell'evento-degustazione organizzato a Cibus, il Salone dell'alimentazione in corso a Parma, lo hanno ribadito insieme ANICAV, l'Associazione nazionale delle Conserve vegetali, e ASSITOL, l'associazione italiana dell'industria olearia

Le due organizzazioni rappresentano 200 aziende nei settori del pomodoro da industria e dell'olio d'oliva e, in occasione dell'Anno del cibo italiano, hanno deciso di rilanciare la merenda tricolore, mettendone in lune la versatilità di benefici e sapori. "

Il pomodoro è da sempre un protagonista della cucina italiana. Accompagnato con l'olio esalta il sapore dei piatti, anche più semplici come la bruschetta, valorizzandone le proprietà salutistiche", ha dichiarato Antonio Ferraioli, Presidente di Anicav.

La ricerca ha dimostrato da tempo che i tre alimenti rafforzano l'uno le proprietà benefiche dell'altro, trasformando questa semplice pietanza tradizionale in un vero e proprio "superfood", totalmente a base vegetale, adatto a tutti i gusti e a tutte le età. 

Come ha osservato Palmino Poli, presidente di AIBI-ASSITOL, che rappresenta i semilavorati della panificazione, il trinomio, pane, olio pomodoro "ha unito l'Italia più della politica. La fortuna di questo mix è stata esplosiva, tanto che le varianti locali sono tante, tantissime, e prendono nomi diversi a seconda della regione o persino della città". In Italia si contano circa 200 tipi di pane, con 1500 varianti: le possibilità di combinazione sono praticamente infinite.

Questo classico multi-generazionale continua a riscuotere un consenso unanime.  "Cambiano i nomi a seconda della regione – ha sottolineato Poli – ma quello che non cambia è la straordinarietà di questi sapori, che ci consentono, ogni volta, di riscoprire i tre alimenti cardine della nostra cucina. Senza di loro, la Dieta mediterranea non esisterebbe".

Secondo numerosi istituti di ricerca, il matrimonio del pane con l'olio è particolarmente indicato perché ne riduce l'indice glicemico e, in una dieta varia ed equilibrata, può rappresentare un'ottima merenda per i bambini ed un vero e proprio piatto unico per gli adulti. Ma se a questi due si aggiunge il pomodoro, si crea una combinazione eccellente dal punto di vista nutrizionale. 

Lo ha spiegato durante l'incontro Anna Cane, presidente del Gruppo olio d'oliva di ASSITOL ed esperta di chimica e analisi sensoriale: "E' grazie all'olio extravergine che i micro-nutrienti del pomodoro sono assorbiti dal nostro organismo. In particolare, il licopene, sostanza antiossidante le cui virtù anti-tumorali sono oggetto di molti studi, è liposolubile, quindi è assimilato soltanto se addizionato ad un grasso come l'extravergine".

La ricetta della salute si rivela ottima anche per il nostro Pil. L'industria del pomodoro si conferma, anche nel 2017, uno dei punti di forza dell'agroalimentare italiano. Il fatturato complessivo del 2017 ha raggiunto i 3,1 miliardi, di cui oltre il 75% prodotto dalle aziende associate ad ANICAV. Le esportazioni hanno generato 1,5 miliardi di euro. "

Negli ultimi dieci anni l'export dei derivati del pomodoro continua a registrare trend positivi. In particolare, crescono le quote di mercato dei nostri prodotti tradizionali, pelati, polpe e passata, che rappresentano oltre l'80% del volume delle esportazioni, a testimonianza che, anche in periodi di crisi, i consumatori scelgono la qualità", ha osservato il Presidente di ANICAV Antonio Ferraioli. Positivo il saldo della bilancia commerciale, con un export di circa 2 milioni di tonnellate a fronte di un import di circa 170 mila tonnellate, per un valore delle esportazioni pari a 1,5 miliardi di euro contro un valore import di circa 113 milioni di euro.

Buone notizie anche sul fronte dell'industria olearia e dei semilavorati della panificazione. In Italia il consumo interno di olio d'oliva si attesta in media sulle 600mila tonnellate l'anno, mentre le vendite all'estero richiedono 400mila tonnellate di olio. Il fatturato diretto del settore ammonta a 2,5 miliardi di euro, mentre l'indotto ne genera 700 milioni. Tutto questo a vantaggio della bilancia commerciale italiana, che ricava dal comparto qualcosa come 114 milioni di euro. Gli occupati, diretti e indiretti, si attestano sulle 12mila unità.

I semilavorati della panificazione, rappresentati da AIBI-ASSITOL, contribuiscono ad un mercato, quello del pane, che in Italia muove in media 1.700mila tonnellate di prodotto. Nel nostro Paese la quasi totalità dei consumatori compra il pane fresco artigianale tutti i giorni. In media, ogni italiano ne mangia 85-90 grammi al giorno."

Si parla molto spesso di Dieta mediterranea – ha affermato il presidente Cane – ma, troppo spesso, dimentichiamo il valore degli alimenti che la rendono così speciale. Riscoprire pane olio e pomodoro significa riconoscere la loro importanza non soltanto nel piatto, ma anche nella nostra economia. Purtroppo, diamo per scontati tre 'tesori' nutrizionali che il mondo ci invidia e che, lontano dai riflettori, hanno il grande merito di garantire fatturato ed occupati".


--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 7 maggio 2018

APERTA OGGI LA 19° EDIZIONE DI CIBUS


APERTA OGGI LA 19° EDIZIONE DI CIBUS

3.100 aziende alimentari italiane che espongono 1.300 nuovi prodotti

 
 
(Parma, 7 maggio 2018) – Si è aperta oggi a Parma la 19° edizione di Cibus, Salone Internazionale dell'alimentazione, con 3.100 aziende alimentari espositrici, tutte italiane, che hanno presentato 1.300 nuovi prodotti da immettere sul mercato. 

Nella nuova area del Cibus Innovation Corner sono stati esposti 100 prodotti tra i più innovativi. 

Si attendono 80.000 visitatori, di cui il 20% da Paesi esteri, e fra questi 2.500 top buyers.
 
"Cibus è sempre più protagonista nel panorama fieristico italiano" – ha dichiarato Gian Domenico Auricchio, Presidente di Fiere di Parma – "Oltretutto, questa edizione cade nell'Anno del Cibo, proclamato dal Governo Italiano. Registriamo 100 espositori in più rispetto all'edizione 2016, grazie all'apertura di un nuovo padiglione che li ospita, totalizzando 135.000 mq espositivi".
 
Al convegno inaugurale è intervenuto Andrea Olivero, Vice Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, che ha affermato: "L'innovazione si deve fondare su un rigoroso rispetto della tradizione ed allo stesso tempo deve essere capace di tutelare la biodiversità e la sostenibilità ambientale e sociale; deve favorire l'interconnessione tra agricoltori e consumatori, in una vera logica di filiera che ha come obiettivo la qualità: questo è il modello Italia che vogliamo e dobbiamo difendere in Europa e nel mondo".

Il primo convegno di Cibus, "World Food Research and Innovation Forum", organizzato da Aster-Regione Emilia Romagna, ha presentato anche le tecniche di miglioramento genetico, frutto delle più recenti scoperte scientifiche. 

Il cosiddetto "genome editing", è una tecnica di intervento di precisione fortemente basata sulla conoscenza dei meccanismi biologici e molecolari e che garantisce quantità, qualità e sostenibilità delle coltivazioni agricole. 

Interesse per questa nuova tecnica, diversa da quella degli OGM, è stato espresso sia da Luigi Scordamaglia, Presidente di Federalimentare, che da Roberto Moncalvo, Presidente di Coldiretti, entrambi relatori al Forum.
 
Scordamaglia ha presentato anche un approfondimento su contraffazione e Italian Sounding: "Non possiamo dirci soddisfatti delle azioni di contrasto a questo fenomeno della contraffazione, che oggi costa al nostro Paese circa 90 miliardi di euro, pari al triplo del valore dell'export alimentare nazionale. Questo fenomeno preoccupa ancor di più se andrà ad inserirsi in un contesto di dazi che potrebbero essere posti in essere dagli Usa, un Paese che da solo vale 23 miliardi di euro di Italian Sounding".

La discussione è stata arricchita dai contributi del Comando Carabinieri per la tutela agro alimentare e dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri.
 
Nel pomeriggio della prima giornata si è tenuta anche l'Assemblea Generale di Federalimentare intitolata "Il Quinto Elemento. Made in Italy. Made with Care", aperto dall'indirizzo di saluto di Vincenzo Boccia, Presidente di Confindustria, che ha dichiarato: "I numeri di Cibus fanno ben sperare perché questa fiera è lo specchio di un Paese che è conosciuto nel mondo per le sue esportazioni alimentari ed è secondo esportatore europeo nelle manifatture. Quindi un segnale di salute delle imprese alimentari che producono e che generano occupazione. Le imprese alimentari stanno lavorando bene vendendo prodotti e servizi nel mondo".


--
www.CorrieredelWeb.it

“Back to ’68”: Arezzo viaggia nel tempo per celebrare il compleanno della Fiera Antiquaria


Dal 1 al 3 giugno nella città toscana si tornano a vivere le atmosfere colorate di 50 anni fa

"Back to '68": Arezzo viaggia nel tempo per celebrare il compleanno della Fiera Antiquaria.

Musica, allestimenti e perfino un "drive in" con auto d'epoca per una grande "festa a tema" che farà rivivere la stagione che vide nascere il celebre appuntamento

"Back to '68": musica, allestimenti e spettacoli a tema e tanti altri eventi curiosi e particolari. Dal 1 al 3 giugno ad Arezzo si viaggia nel tempo, si spostano le lancette a 50 anni fa e, nelle piazze e nelle vie del centro storico, si tornano a vivere le atmosfere colorate e piene di musica che caratterizzavano i giorni in cui nacque la Fiera Antiquaria.

Erano quelli gli anni della ripresa economica in cui si poteva sognare un benessere che per molti diventava concretezza: si compravano automobili e intanto la musica beat raccontava di una nuova libertà.

In questo contesto pieno di belle speranze, grazie ad un'intuizione di Ivan Bruschi, il 2 giugno 1968 veniva allestita – per la prima volta - la grande mostra mercato a cielo aperto che, ispirata ai celebri mercati all'aperto di Portobello a Londra e al Mercato delle Pulci di Parigi, portava nella rinascimentale Piazza Grande vita e passione.

Da allora, ininterrottamente ogni prima domenica del mese e il sabato precedente, la Fiera Antiquaria di Arezzo "occupa" il meraviglioso centro storico, offrendo a visitatori di tutto il mondo una grande varietà di oggetti vero patrimonio della nostra identità e regalando ad appassionati e addetti ai lavori il piacere della "trouvaille", ovvero la scoperta e la ricerca del pezzo raro o curioso.

Cinquant'anni e non sentirli per appuntamento che rinnova la sua eterna giovinezza. Un compleanno che merita di essere festeggiato in grande stile.
Un'apertura straordinaria che per la prima volta avverrà di venerdì (e non di sabato come consuetudine) saluterà l'inizio della mostra mercato con centinaia di espositori che propongono oggetti d'arte, mobili, gioielli e bijoux, libri e stampe antiche, strumenti scientifici e musicali, giocattoli, ogni tipo di collezionismo compreso un vasto assortimento di modernariato, vintage e artigianato di qualità.

Contemporaneamente sarà dato il via a un ricco programma dedicato al 1968 e in ogni angolo del centro storico di Arezzo saranno protagonisti la musica, il cinema, le macchine e gli arredi dell'epoca.

--
www.CorrieredelWeb.it

Made in Italy, Vitavigor celebra i 60 anni di storia del "Super Grissin de Milan" al Cibus

MADE IN ITALY, VITAVIGOR CELEBRA I 60 ANNI DI STORIA DEL "SUPER GRISSIN DE MILAN" AL CIBUS DI PARMA

Dal forno del nonno Giuseppe al Salone Internazionale dell'Alimentazione, passando per importanti mercati internazionali. 

I grissini Vitavigor, famosi nel mondo per qualità e tradizione, compiono 60 anni e si presentano al Cibus con VitaStick, la nuova linea di prodotti realizzata con Disney per il "back to school 2018", un'immagine rinnovata e uno spazio dedicato alla "Linea The Box" tra i 100 prodotti selezionati per il Cibus Innovation Corner.

Quando nel 1958 Giuseppe Bigiogera sentì l'esigenza di dare a Milano il proprio grissino in grado di rispecchiare l'anima vitale ed energica di una città in pieno sviluppo industriale non avrebbe mai immaginato che "El super Grissin de Milan", da lui creato nel forno tra le vie del quartiere milanese della Bicocca con le migliori materie prime, sarebbe arrivato non solo sulle tavole di tutto il mondo, dalla Francia alla Spagna, passando per Giappone, Canada e Australia, ma anche sotto i riflettori del Cibus di Parma, il Salone Internazionale dell'Alimentazione (stand C012 pad. 04.1). Il lavoro portato avanti da Giuseppe e dalla sua famiglia per 60 anni ha reso infatti Vitavigor una delle più rappresentative aziende di grissini di alta qualità a livello mondiale

Un'azienda non solo attenta al rispetto delle ricette tradizionali, alle materie prime e al benessere dei consumatori, ma anche in grado di rinnovare la propria immagine e soddisfare i gusti di target sempre più specifici. La celebrazione per i 60 anni dell'azienda si arricchisce inoltre con la presentazione dei nuovi VitaStick realizzati con Disney dedicati al "back to school" e l'inserimento dei Grissini 100% farro, semi di lino e kummel della "Linea The Box" tra i 100 prodotti selezionati per il Cibus Innovation Corner.

"Il sapere e i valori tramandati di generazione in generazione dalla mia famiglia ci hanno permesso di arrivare a produrre ben 7 tonnellate di grissini al giorno, che vengono distribuiti dalla nostra rete commerciale in costante espansione in Italia e in oltre 30 paesi del mondo, dai quali dipende il 35% della produzione – afferma Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor – I nostri grissini sono da sempre prodotti con ingredienti di altissima qualità, selezionati con estrema cura e miscelati nel rispetto delle ricette originali di nonno Giuseppe, e nascono dal perfetto equilibrio tra abilità manuale e nuove tecnologie. Oggi però la stessa cura e attenzione riservata ai prodotti più tradizionali viene impiegata anche nella realizzazione di nuove linee e packaging che, a seconda dei target di riferimento, assumono forme e stili differenti: in linea con le tendenze fashion di Milano come nel caso delle 'fashion bustine', o con un'immagine dedicata ai più piccoli, caratterizzata dai personaggi della famiglia di Topolino targata Disney, nel caso dei nostri nuovi VitaStick, lanciati sul mercato in vista del back to school 2018".

Il progressivo miglioramento tecnologico e la ricerca di soluzioni sempre più efficienti hanno portato l'azienda a produrre i propri grissini attraverso un processo quasi completamente automatizzato, senza l'utilizzo di olio di palma, grassi idrogenati, OGM e conservanti, con l'esclusivo utilizzo di olio extravergine d'oliva al 100%

Inoltre, la produzione di altissimo livello qualitativo ha consentito a Vitavigor di operare nel rispetto delle più rinomate e restrittive certificazioni internazionali in tema di sicurezza, qualità e produzione alimentare ottenendo i riconoscimenti BRC – Grade A, IFS – Higher Level e le certificazioni Kosher di prodotto, grazie alla completa assenza di grassi animali dalla filiera produttiva.

"Il valore della tradizione e la consapevolezza delle proprie origini sono le fondamenta su cui poggiano le nuove sfide future Рspiega Federica Bigiogera РIl nostro obbiettivo oggi ̬ quello di consolidare la presenza di Vitavigor sul mercato internazionale, aprendo la strada verso nuovi paesi, e incrementare la presenza del brand a livello nazionale, soddisfando le esigenze della GDO e potenziando le posizioni negli altri canali distributivi. Molto importante per noi ̬ anche l'aspetto relativo al benessere, un'attenzione che si ̬ concretizzata con il lancio de 'I Leggeri', grissini privi di sale e olio perfetti per chi vuole stare attento alla linea, dato che contengono ben il 90% in meno dei grassi rispetto alla media degli altri prodotti, ma che non vogliono rinunciare al gusto".


--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 5 maggio 2018

Napoli Pizza Village. Sul palco superstar della musica con RTL 102.5


Fabrizio Moro inaugurerà il palco del Napoli Pizza Village

Questi gli artisti preventivati con la radio ufficiale RTL 102.5

Ultimo, Noemi, Dear Jack, Mario Biondi, Nesli, Le Vibrazioni, Annalisa e Lo Stato Sociale sono alcuni degli ospiti dell'evento sul lungomare Caracciolo dal 1° al 10 giugno

Napoli, 5 maggio 2018 –  A meno di un mese dalla VIII edizione del Napoli Pizza Village, in programma sul lungomare di Napoli dal 1° al 10 giugno, la società organizzatrice Oramata Grandi Eventi, in collaborazione con la radio ufficiale della manifestazione RTL 102.5, formalizza il calendario degli artisti. 

Primo special guest sarà Fabrizio Moro, sul gradino più alto del podio all'ultima edizione del Festival di Sanremo con 'Non Mi Avete Fatto Niente'. Ultimo, Noemi, Dear Jack, Mario Biondi, Nesli, Le Vibrazioni, Annalisa e Lo Stato Sociale saranno tra i protagonisti delle serate successive del NPV.

La partnership con la prima radio in Italia RTL 102.5, oltre alla realizzazione di un calendario di artisti di fama nazionale che saliranno sul palco nei dieci giorni del Napoli Pizza Village, ha dato vita ad una particolare formula in programma per la serata di giovedì 7 giugno, quando allo stadio S. Paolo si svolgerà il concerto celebrativo dedicato a Pino Daniele.

Oltre a Fabrizio Moro al Napoli Pizza Village ci saranno anche il secondo e terzo classificato di Sanremo 2018, rispettivamente Lo Stato Sociale, nella giornata conclusiva di domenica 10 ed Annalisa che salirà sul palco la sera del giorno 8. 

In ciascuna serata, l'esibizione delle special guest, prevista intorno alle ore 22, sarà arricchita, infine, dalla presenza di numerosi artisti del mondo della musica e del cabaret made in Campania. 

Il calendario degli artisti vedrà in ordine, dopo Fabrizio Moro, suonare la sera del 2 giugno il vincitore di Sanremo Giovani, Ultimo. 

Noemi si esibirà il 3 giugno precedendo il gruppo romano dei Dear Jack (lunedì 4 giugno) e poi il 5 toccherà all'inconfondibile voce del soulman Mario Biondi e al cantautore e rapper senigalliese Francesco Tarducci, in arte Nesli. 


Il 6 giugno, per il pubblico del Napoli Pizza Village, sarà la volta del gruppo Le Vibrazioni, che precederanno la memorabile serata in onore di Pino Daniele.

Giovedì 7 giugno infatti, in occasione del concerto/tributo "Pino è" dedicato al cantautore napoletano scomparso prematuramente, il Napoli Pizza Village sarà cassa di risonanza dello stadio S. Paolo con la diretta video sui maxi schermi dell'evento e, soprattutto, attraverso la diretta radiofonica ed il commento live di RTL 102.5 che trasmetterà in diretta dallo stadio e dal Napoli Pizza Village.

Il giorno successivo, venerdì 8 giugno, a calcare il palcoscenico sul lungomare sarà Annalisa, mentre come già anticipato, il gruppo Lo Stato Sociale chiuderà la scaletta artistica dei big dell'ottava edizione del Napoli Pizza Village 2018.

Questo il calendario delle esibizioni musicali Special Guest al Napoli Pizza Village 2018


Venerdì      1° giugno 
Fabrizio Moro

Sabato 2/06
Ultimo       
                       
Domenica  3/06      
​  ​ 
Noemi     
                         
Lunedì 4/06      
Dear Jack                          


Martedì  5/06    

Mario Biondi +Nesli  


Mercoledì    6/06      

Le Vibrazioni     


Giovedì 7/06      

Tributo Pino Daniele


Venerdì  8/06      
Annalisa

Sabato 9/06      
Ospite a sorpresa

Domenica 10/06    
Lo Stato Sociale

--
www.CorrieredelWeb.it

CIBUS: APRE LUNEDI' LA 19° EDIZIONE


APRE LUNEDI' 7 MAGGIO A PARMA LA 19° EDIZIONE DI CIBUS

(Parma, 5 maggio 2018) – Aprirà lunedì 7 maggio la 19° edizione di Cibus, il Salone internazionale dell'alimentazione, a Parma, per poi chiudere giovedì 10 maggio: 3.100 aziende espositrici italiane, su una superficie di 135mila mq, 1.300 nuovi prodotti negli stand, attesi 80mila operatori e buyer (circa il 20% dall'estero). 

La fiera sarà inaugurata dal Vice Ministro alle Politiche Agricole e Alimentari, Andrea Olivero.

Nel 2018, proclamato dal Governo "Anno del Cibo Italiano", l'intera filiera dell'agroalimentare italiana si riunirà per il tradizionale evento organizzato da Fiere di Parma e Federalimentare

Oltre all'esposizione, decine di convegni e workshop che vedono coinvolti tutti i soggetti del comparto: da Confagricoltura a Coldiretti; dai Consorzi dei prodotti DOP a Slow Food; da Assocamerestero a Confconsumatori; da IRI WorldWide a Ipsos; dalla Scuola di Cucina Alma a Tecnoalimenti; da Aster-Regione Emilia Romagna all'Università di Parma ed altro ancora. 

Presenti anche esperti e protagonisti della Grande Distribuzione, mentre Auchan Retail Italia e Coop hanno allestito un proprio stand.

Tra le novità di Cibus2018 l'area Cibus Innovation Corner che ospiterà una selezione dei 100 prodotti più innovativi in esposizione in fiera. Nelle Food Court saranno presentati i prodotti tipici dalle Regioni.

Gli chef stellati più noti saranno impegnati a cucinare i nuovi prodotti da presentare ai buyer. Presenti, come sempre, personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport, testimonial delle aziende.

Il fuori salone, "Cibus Off", organizzato da "Parma! City of Gastronomy" è dislocato in Piazza Garibaldi: cooking show, pillole di cultura gastronomica, teatro, interviste ai fornelli, special dinner, aperitivi in musica e momenti di approfondimento sul cibo di oggi e di domani. 

Gli chef del Consorzio Parma Quality Restaurants, ALMA – la Scuola Internazionale di Cucina Italiana e Academia Barilla interpreteranno le eccellenze del territorio parmense. 


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *