CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news su Fiere, Sagre ed Esposizioni

Cerca nel blog

lunedì 11 dicembre 2017

Fiera di Roma: ARTI e MESTIERI EXPO/Horizons dal 14 al 17 dicembre 2017

Dal 14 al 17 dicembre 2017 torna alla Fiera di Roma

ARTI E MESTIERI EXPO/Horizons
ingresso gratuito
Artigianato ed enogastronomia tornano protagonisti di un'edizione che si arricchisce di ospiti d'eccezione, eventi culturali e nuove prospettive internazionali


Dal 14 al 17 dicembre, torna alla Fiera di Roma "Arti e Mestieri Expo", la tradizionale manifestazione dedicata all'artigianato, al regalo unico e originale, alle eccellenze enogastronomiche, giunta alla dodicesima edizione.
Con la partecipazione e il sostegno di Regione Lazio, Unioncamere Lazio, Camera di Commercio di Roma, Camera di Commercio di Rieti e Lazio Innova, la manifestazione ritorna e si rinnova acquisendo un respiro internazionale con la sezione "Horizons", con la presenza di prodotti tipici provenienti dall'estero.

La storia dei Mestieri, i luoghi del Gusto, le arti dello Spettacolo e l'amore per le Tradizioni sono i temi di Arti e Mestieri Expo/Horizons 2017. 

Saranno più di 200 gli espositori presenti nelle aree dedicate, per un grande colorato happening natalizio che coinvolge anche cultura, benessere, moda, musica e tanto intrattenimento.

Una formula rinnovata che accosta alla valorizzazione delle peculiarità artigianali anche momenti didattici e laboratoriali rivolti alle scuole, alla riscoperta delle arti manuali e della multisensorialità

Infatti, Arti e Mestieri ospita l'alternanza scuola-lavoro grazie a Formacamera, Azienda Speciale della Camera di Commercio di Roma che si occupa di formazione scolastica e professionale con il contributo di CNA-Roma con le scuole di Pasta, Pane, Pizza e Panettone, aperte anche alla partecipazione del pubblico.

Dopo gli artigiani e inventori digitali della Maker Faire, Fiera Roma è orgogliosa di riaprire le porte di "Arti e Mestieri Expo", la fiera ideata e organizzata da Fiera Roma, che mette in mostra l'eccellenza artigiana tradizionale – dichiara Pietro Piccinetti, amministratore unico di Fiera Roma. Quella ovviamente del nostro territorio, quella italiana in genere e - novità di questa XII Edizione - quella di molti Stati del mondo. Quest'anno infatti "Arti e Mestieri", ormai un appuntamento fisso per Roma alle porte del Natale, allarga i suoi orizzonti, ospitando anche artigiani e artisti  dall'Iran, della Tunisia, dal Marocco,dalla Libia, dalla Costa d'Avorio e dal Portogallo.
Una vetrina sempre più ricca e variopinta sulla eccellenza delle botteghe più peculiari di Italia, Mediterraneo e mondo. Un percorso tra prodotti dell'artigianato e dell'enogastronomia che sarà anche un modo per fare la conoscenza con culture e tradizioni vicine e lontane, con molti momenti di approfondimento. Un contesto ideale per trovare regali di Natale al 100% artigianali e un'occasione perfetta per fare incontrare direttamente produttori e consumatori. Per una Fiera ancora una volta a supporto dell'economia del territorio e non solo".

Tra i protagonisti 2017, anche lo chef Fabio Campoli, opinion leader del panorama gastronomico italiano, fondatore di Campoli Azioni Gastronomiche e presidente di ProDiGus, che porterà la sua trentennale esperienza insieme ai suoi numerosi ospiti quotidiani, tra show cooking, dibattiti e presentazioni. 

Accanto a lui, infatti, gli Esaltatori di "Sapere" condurranno il pubblico alla scoperta delle più ricercate prelibatezze gastronomiche: dallo Street food rivisitato in chiave gourmet, al gelato, passando per i biscotti, il sale marino e i vegetali, senza perdere di vista la salute e la cultura. Arti e Mestieri Expo propone anche un gustoso e appassionante viaggio culinario tra passato e futuro.

Ad arricchire il Natale di "Arti e Mestieri Expo/Horizons" la contemporaneità con la Fabbrica-Museo del Cioccolato, parco tematico unico nel suo genere a livello internazionale, un microcosmo pieno di attrazioni con un unico focus: il cioccolato declinato in tutte le sue forme.

Ed infine, la manifestazione presenta un programma ricco di musica della tradizione popolare e spettacoli dedicati alle famiglie e ai giovani: pizzica, tarantella, presepe animato, tombola napoletana e altro. 

In particolare, tutti i giorni alle ore 18.00, spettacolo gratuito degli "Easy Pop" la storia del Jukebox attraverso la reinterpretazione delle più belle canzoni di un'epoca unica: 60/70/80. 

E sabato sera, alle ore 20.00, uno dei principali interpreti della "Notte della Taranta": Antonio Amato che con l'ensemble ci condurrà in una fusion tra musica classica, popolare e rock.

Arti e Mestieri Expo/Horizons
FIERA di ROMA
Ingresso Est – Via G. Eiffel
Via Portuense, 1645-1647
Orari:
Gio 14 dicembre: 14.00 – 22.00
Ven 15, Sab 16, Dom 17 dicembre: 10.00 – 22.00
INGRESSO GRATUITO



Fiere: Mitsubishi Electric espone i suoi prodotti all'EcoPro 2017

Mitsubishi Electric Corporation (TOKYO: 6503) ha annunciato oggi che le società del gruppo esporranno prodotti e tecnologie "green" in occasione dell'EcoPro 2017, una delle più importanti fiere dedicate all'ecologia in Asia, che si svolgerà presso il complesso fieristico Tokyo Big Sight dal 7 al 9 dicembre. 

Presso lo stand Mitsubishi Electric (N. 2-041, Padiglione Est 2) saranno ospitate le numerose iniziative in ambito ecologico di Mitsubishi Electric, con il tema centrale Le scelte ecologiche di Mitsubishi Electric: una vita ecologica a partire dalla propria casa (Mitsubishi Electric's Eco Changes: Eco-oriented Life Starting at Home). 

Saranno presentati prodotti e tecnologie all'avanguardia per applicazioni che vanno dalle case dei consumatori allo spazio, per dimostrare come Mitsubishi Electric contribuisce a una vita ecologica e a una sempre crescente sostenibilità nella società, anche attraverso obiettivi di sviluppo sostenibili (SDGs, Sustainable Developing Goals). 



CorrieredelWeb.it


domenica 10 dicembre 2017

1^ BIE – BIOMASS INNOVATION EXPO: Il MERCATO DELLE BIOMASSE LEGNOSE NEL SETTORE RESIDENZIALE IN ITALIA PUO ARRIVARE AI 300 MLN € NEL 2020

Risultati immagini per 1^ BIE – BIOMASS INNOVATION EXPO:
1^ BIE – BIOMASS INNOVATION EXPO: Il MERCATO DELLE BIOMASSE LEGNOSE NEL SETTORE RESIDENZIALE IN ITALIA PUO ARRIVARE AI 300 MLN € NEL 2020

Il mercato degli apparecchi a biomassa legnosa nel settore residenziale in Italia presenta un trend di crescita con due diversi scenari per il periodo 2017-2020, il primo prevede una possibile crescita dell'8%, pari 300 mln €, mentre il più favorevole arriva invece a prevedere un incremento del 32% pari a 500 mln €, questi i dati della ricerca commissionata appositamente all'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano per la manifestazione.

Milano, 10 dicembre 2017 - BIE - BIOMASS INNOVATION EXPO 2018 la nuova fiera dedicata alle biomasse legnose per il riscaldamento che si svolgerà in concomitanza con MCE – Mostra Convegno Expocomfort dal 13 al 16 marzo 2018 in Fiera Milano presenta oggi i dati di un apposito studio commissionato all'Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano dedicato a capire i trend di sviluppo dei prodotti di riscaldamento a biomassa legnosa nel mercato residenziale del nostro Paese.

Entrando nel dettaglio, ad oggi risultano essere installati in Italia 11 milioni di stufe, camini e caldaie domestiche a legna e pellet e la maggior parte del combustibile utilizzato è la legna da ardere, che rappresenta l'80% del mercato totale. Il potenziale di mercato dei prossimi anni è collegato da una parte alle nuove installazioni ma soprattutto al rinnovamento del parco già installato. Infatti, il 40% delle installazioni ha più di 17 anni e nei prossimi dieci anni si prevede la rottamazione di 4-5 milioni di generatori a legna e la sostituzione di caldaie a combustibili fossili con altre di nuova generazione alimentate a biomassa legnosa. Si tratta inoltre di un mercato profondamente legato alla sostituzione per obsolescenza degli impianti: la sostituzione di vecchi impianti in ogni segmento di mercato è infatti responsabile per il 90-95% del corrispondente volume di affari.

Lo studio si sviluppa a partire dalla definizione del mercato aggregabile, alla valutazione degli investimenti già realizzati nel settore e dalla stima del livello di penetrazione delle tecnologie più avanzate. Dall'analisi emergono due scenari, il primo in linea con il trend attuale di mercato legato soprattutto alla variabilità del prezzo della materia prima e dei combustibili concorrenti, nonché dalla scarsa conoscenza degli strumenti di incentivazione. 

Tale modello arriva a ipotizzare una crescita degli investimenti partendo dai 240 mln € del 2017 per arrivare ai 300 mln € del 2020, con un tasso di crescita annua composto pari al 8% e un ammontare totale nel quadriennio 2017-2020 che si attesta su 1 mld €. Nello scenario più ottimistico, partendo sempre dallo stesso dato, si arriva invece a 550 mln € nel 2020, con un tasso di crescita annua del 32% e quindi un ammontare totale che si attesta su 1,5 mld €. Entrando nel dettaglio è interessante notare come il 92% degli investimenti dal 2017 al 2020 sia riconducibile al mercato delle stufe a pellet, seguito da caldaie a pellet e cippato che ricoprono rispettivamente il 5% e il 3% del totale.

La ricerca ha poi analizzato le singole tecnologie di combustione e le relative fonti energetiche di approvvigionamento presenti sul mercato, concentrandosi su quelle più efficienti, ovvero stufe innovative, caldaie a pellet e caldaie a cippato con il minor impatto sull'ambiente. L'analisi prende in considerazione diversi fattori: le tipologie di abitazioni, le varie zone climatiche del nostro paese, le normative incentivanti e il conto termico per arrivare ad una valutazione economica confrontando i costi fissi e variabili per una soluzione di base alimentata a biomasse con l'installazione di un impianto a gas metano. Da quest'analisi le soluzioni più convenienti risultano essere quelle di piccola-media taglia per applicazioni residenziali, nello specifico stufe a pellet e caldaie a pellet.



La convenienza dell'investimento, tuttavia, dipende fortemente dalla zona climatica di riferimento: ne risultano favorite in particolare alcune zone del Nord Italia, caratterizzate dal più alto numero di ore di funzionamento degli impianti di riscaldamento con un ritorno dell'investimento in soli 2 anni. Un altro aspetto interessante è la diversa convenienza dei meccanismi di incentivazione disponibili: le detrazioni fiscali risultano essere maggiormente convenienti nel Sud Italia, mentre in altre regioni il Conto Termico consente di raggiungere tempi di ritorno migliori.

"Una ricerca – dichiara Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exhibitions Italia – che abbiamo commissionato all'Energy & Strategy Group per offrire delle indicazioni di mercato che ci auguriamo utili per tutta la filiera della nostra nuova manifestazione in merito ad un mercato che, come ricorda la ricerca, è condizionato dalla variabilità del costo del pellet, dalla stagionalità, dalle condizioni climatiche e non ultimo dai costi dei carburanti fossili concorrenti, come il gas.


BIE - BIOMASS INNOVATION EXPO – è una manifestazione fieristica di proprietà di Reed Exhibitions, il leader mondiale nell'organizzazione di fiere e congressi che gestisce oltre 500 eventi in 30 Paesi che hanno registrato più di 7 milioni di partecipanti nel 2016. Reed Exhibitions conta 38 sedi in tutto il mondo a disposizione di 43 settori industriali. Reed Exhibitions fa parte di RELX Group plc, leader mondiale nella fornitura di soluzioni e servizi per clienti professionali in numerosi comparti di business.


--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 3 dicembre 2017

JOB&ORIENTA 2017 CHIUDE CON OLTRE 75MILA VISITATORI

JOB&ORIENTA 2017
Fiera di Verona, 30 novembre – 2 dicembre
Salone nazionale dell'orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro.

"Orientarsi all'innovazione per costruire futuro"


Si è chiusa ieri alla Fiera di Verona la 27a edizione.

Oltre 75mila visitatori, +3mila rispetto al 2016.


Verona, 3 dicembre 2017 – Con oltre 75mila visitatori (+3mila rispetto allo scorso anno) si è chiusa ieri in Fiera a Verona la 27a edizione di JOB&Orienta, il salone nazionale dell'orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro che per tre giornate ha messo al centro il tema "Orientarsi all'innovazione per costruire futuro".

Promosso da VeronaFiere e Regione del Veneto, in collaborazione con Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Salone si è confermato ancora una volta un prezioso momento di approfondimento e informazione, anche grazie al racconto delle migliori esperienze già avviate che mettono in dialogo il mondo della scuola con quello del lavoro: insomma il racconto di una scuola che cambia e sa accogliere le nuove sfide

Centrali, in particolare, i temi dell'alternanza, del sistema di apprendimento duale (che si avvia a concludere la sua sperimentazione e a diventare ordinamentale) e degli Its, con l'obiettivo di valorizzare le modalità formative che rafforzano le competenze dei ragazzi coniugando lezioni in aula a presenza in azienda, per favorire il loro orientamento e la loro migliore occupazione.

Per tre giorni, migliaia di giovani hanno potuto ascoltare le esperienze diverse raccontate dai loro coetanei, scoprire i corsi formativi più vincenti in termini di occupabilità, conoscere quali siano le figure professionali più ricercate e le competenze richieste, imparare a muovere i primi passi verso il lavoro. 

Oltre ai convegni e ai dibattiti istituzionali, numerosi anche gli appuntamenti dedicati agli operatori della scuola e della formazione (con la novità assoluta, da questa edizione, di un calendario apposito di seminari formativi dedicati ai docenti) come pure le iniziative di orientamento scolastico per i ragazzi e le famiglie, e quelle di supporto e accompagnamento per i giovani in cerca di occupazione, venuti in visita al salone per conoscere i servizi, gli strumenti e le opportunità esistenti.

«A JOB&Orienta, quest'anno» commenta Claudio Gentili, coordinatore del comitato scientifico «è stata evidenziata l'esigenza delle imprese e delle categorie economiche, visti i primi segnali di ripresa dalla crisi, di una maggiore attenzione all'orientamento e alla formazione professionale e tecnica di qualità. Altra nota davvero positiva di quest'edizione è la presenza di attori che nel passato non erano stati mai così numerosi: a partire dagli insegnanti, a cui quest'anno il Salone ha dedicato particolare attenzione, dalle imprese e da grandi categorie dell'industria italiana - federmeccanica, federchimica, sistema moda italia, federalimentare – accomunate dall'esigenza di una maggior offerta formativa legata al manifatturiero di qualità e all'industria 4.0».

LA RASSEGNA ESPOSITIVA
Oltre 500 le realtà presenti, tra scuole, accademie e università, enti di formazione, istituzioni, imprese, centri per l'impiego e agenzie di servizi per il lavoro, associazioni di categoria,…; più di 350 i relatori intervenuti nei 200 appuntamenti in calendario, tra convegni, dibattiti e workshop.

I TEMI, I NUMERI, LE ESPERIENZE
Nell'anno scolastico in cui l'alternanza entra a regime (con 1,5 milioni di ragazze e ragazzi coinvolti) JOB&Orienta ne ha scattato una fotografia aggiornata: i numeri importanti oggi ci sono, e ora il Ministero dell'Istruzione pensa a misurare e migliorare l'efficacia del lavoro sinora svolto alzando l'asticella della qualità dei progetti e coinvolgendo maggiormente le pmi.

In quest'ottica JOB&Orienta è stata il contesto ideale per presentare i dati più aggiornati dell'asl e i nuovi strumenti messi a disposizione di scuole e ragazzi. A Job anche la premiazione dei sei migliori videoracconti realizzati dagli studenti per il concorso nazionale "Storie di alternanza" lanciato da Unioncamere.

E sul fronte dell'apprendimento duale, che vede volgere a conclusione la sua fase sperimentale per poi divenire ordinamentale, annunciato lo stanziamento di risorse nuove e ulteriori per rafforzare il sistema.

Centrale anche il tema degli Its, che crescono ancora e dal 2018 cambieranno nome in "Academy": a JOB&Orienta sempre numerose le significative esperienze raccontate direttamente dalle voci dei protagonisti, ossia dei giovani che, concluso il percorso di specializzazione, hanno trovato presto un'occupazione coerente.

E per imparare a trasformare una passione in lavoro, la proposta di incontri anche sul tema dell'autoimprenditorialità, con le testimonianze di giovani che hanno avviato un'impresa, talvolta addirittura una startup innovativa. Per le migliaia di giovani in visita al Salone, la possibilità di conoscere quali siano i titoli di studio più spendibili in termini di occupabilità, grazie ai dati del Sistema Excelsior presentati da Uniocamere.

I GRANDI OSPITI INTERVENUTI
Tra i grandi ospiti di quest'anno, il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti; e ancora i sottosegretari Luigi Bobba (Lavoro) e Gabriele Toccafondi (Istruzione), Giovanni Brugnoli, vicepresidente di Confindustria, Stefano Sacchi, presidente Inapp, Maurizio Del Conte, presidente Anpal. Accanto a loro numerosi altri rappresentanti e testimoni del mondo della politica e delle istituzioni, dell'economia e della cultura.

L'appuntamento con JOB&Orienta è per il 2018, da giovedì 29 novembre a sabato 1° dicembre.



martedì 28 novembre 2017

Fiere: A Klimahouse edilizia responsabile tra high e low tech


Quanto è moderna la sostenibilità.

A Klimahouse edilizia responsabile tra high e low tech.



Tra le molte sfide che il settore dell'edilizia è chiamato ad affrontare, quella di definire le nuove strategie per il futuro rappresenta il punto nodale.



Esperti internazionali e operatori di settore si incontrano al Congresso internazionale in programma a Klimahouse, Fiera internazionale per l'efficienza energetica e il risanamento in edilizia, dal 24 al 27 gennaio 2018 a Fiera Bolzano, per nuovi impulsi al mercato.

Il Congresso sarà suddiviso in due sessioni di mezza giornata, in calendario il 25 e 26 gennaio 2018, e vuole essere un contributo all'interno del più ampio dibattito per un riposizionamento di tutto il settore edilizio: partendo dallo sviluppo tecnologico per toccare i temi del benessere e della sicurezza di chi negli edifici vive e lavora.

Crediti formativi e iscrizione al sito: 
http://bit.ly/2A9kZu4


--
www.CorrieredelWeb.it

Arriva il Festival delle Polpette dal mondo da Eataly Roma, 1, 2, 3 dicembre 2017


 Arriva il Festival delle Polpette dal mondo da Eataly Roma nel primo weekend di dicembre.


Tante specialità e proposte italiane e internazionali.


Nel primo weekend di dicembre, da venerdì 1 a domenica 3 dicembre 2017, arrivano tre giorni di festa al terzo piano di Eataly Roma. Protagoniste del festival saranno le Polpette: un vero e proprio viaggio intorno al mondo per gustare specialità provenienti da diversi angoli del pianeta.

In Italia, le polpette, si realizzano con ingredienti diversi, dalla carne alle verdure. In Indonesia, sono spesso servite in ciotole o tazze come zuppa, assieme ai noodles, beancurd ed altro ancora. In Svezia, invece, le polpette sono il piatto nazionale e sono preparate con un misto di carne.

Durante il festival si potranno gustare diverse ricette, dalla Kofta di Altrove alle polpette di bollito di Flavio al Velavevodetto, dalle polpette coreane di manzo di Galbi a quelle all'amatriciana di Gruppo Galli con la Federazione Italiana Cuochi. E ancora le polpette di pesce di La Maisonnette Ristrot, quelle con onigiri e sakè di Musubiya Akira fino alle proposte dolci con le bombe alla crema di Cafè Merenda.

PARTECIPANTI E PROPOSTE
Altrove | Kofta di Martignano, polpette speziate di pecora; Polpetta vegana di ceci con tzatziki vegano
Flavio al Velavevodetto | Polpette di bollito e al sugo
Galbi | Polpettine di manzo marinato; Polpettine croccanti di pollo e il Soju (distillato della patata dolce)
Gruppo Galli con la Federazione Italiana Cuochi | Polpette di angus romano e polpette all'amatriciana |
La Maisonette Ristrot | Polpettine di baccalà mantecato; Polpettine di gamberi e crema di burrata
La Polpetteria | Cartoccio di polpette "Cacio e pepe" e "Carbonara"
Musubiya Akira | Polpette onigiri e sakè
Smor | Polpette Smor di manzo



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 27 novembre 2017

Salone dei Pagamenti, presentati i primi risultati ad un mese dall’avvio di TiAnticipo, strumento a servizio delle imprese che lavorano con la PA


Salone dei Pagamenti, presentati i primi risultati ad un mese dall'avvio di TiAnticipo, strumento a servizio delle imprese che lavorano con la PA

Raffaele Zingone, Responsabile Banca IFIS Impresa Italia, "10mila accessi, 400 richieste di preventivazione: interesse del mercato e segnale della necessità di supporto creditizio da parte delle imprese"


Milano, 27 novembre 2017 – Se il debito commerciale della Pubblica Amministrazione nel 2012 ammontava a circa 91 miliardi di euro, oggi lo stock di debito si è ridotto del 33% in 5 anni, attestandosi a circa 61 miliardi di euro. È questo lo stato di salute dei pagamenti della PA tracciato da Raffaele Zingone, Responsabile Banca IFIS Impresa Italia, nel corso del panel "I pagamenti da e verso la PA: novità e prossimi passi" che si è svolto il 24 novembre nella terza giornata del Salone dei Pagamenti – Payvolution a Milano.

Nel corso del panel Zingone si è confrontato su misure governative e tecnologie nei pagamenti per innovare la Pubblica Amministrazione con attori istituzionali in prima fila per la digitalizzazione della PA e con protagonisti del mondo aziendale che hanno investito per mettere le tecnologie al servizio della PA.

Sergio Boccadutri, della Camera dei Deputati, ha presentato l'esperienza e le prossime sfide di PagoPA, il più importante esempio di digitalizzazione della PA italiana, mentre Giuseppe Virgone, del Team per la Trasformazione Digitale, ha sottolineato l'importanza della tecnologia sui pagamenti per i cittadini e le PA, ricordando che la semplificazione delle procedure di pagamento si riflette sul PIL del Paese. Domenico Gammaldi, Capo del Servizio Supervisione Mercati e sistema dei pagamenti – SMP Banca d'Italia ha approfondito invece gli interventi normativi introdotti nel campo dei pagamenti pubblici e lo stato della piattaforma del MEF, che permette a Banche e PA di cooperare per favorire i pagamenti digitali.

"Negli ultimi 5 anni è cambiato l'ecosistema della gestione del debito commerciale della PA - ha affermato Raffaele Zingone - "Il lavoro svolto dal Governo sulla trasparenza dei crediti non pagati alle imprese e il nuovo approccio tecnologico ci hanno messo nelle condizioni ottimali per poter sviluppare una piattaforma digitale, TiAnticipo, ed implementare una modalità di erogazione del credito più semplice".

TiAnticipo (www.tianticipo.it) di Banca IFIS Impresa è la prima piattaforma sviluppata da una banca dedicata all'anticipo dei crediti certificati per le imprese che lavorano con la PA e richiede come requisito la registrazione sulla piattaforma elettronica del MEF (PCC).

"A fine ottobre abbiamo lanciato ufficialmente una piattaforma dedicata alle imprese che vantano crediti commerciali verso la PA, con cui puntiamo a erogare liquidità entro massimo 10 giorni. Ad un mese dal lancio – sottolinea Zingone - abbiamo registrato circa 10mila visite e oltre 400 preventivi". Il preventivo si fa in pochi secondi, entro 48 ore viene completata la valutazione della richiesta e, una volta ottenuto il via libera da parte del MEF, è possibile erogare il credito richiesto.

"La grande sfida della piattaforma – continua Zingone - è vivere in maniera autonoma dall'ambiente Banca, grazie a una procedura 100% digitale che elimina l'esperienza dello sportello, ma applicando la competenza creditizia che abbiamo sviluppato e che ci permette di valutare adeguatamente le richieste. Abbiamo investito molto in tecnologia e in competenze su questo progetto e continueremo a farlo, portando avanti il nostro impegno per supportare l'economia reale".

Banca IFIS Impresa è la divisione di Banca IFIS che si dedica al supporto finanziario e ai servizi di gestione del credito delle imprese italiane. La sua mission è costituire l'operatore italiano leader nel supporto finanziario per il capitale circolante e gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese italiane virtuose, attive nel mercato domestico o che esportano all'estero. Banca IFIS Impresa sostiene le aziende finanziando il loro fatturato nei confronti di altre imprese e/o enti della Pubblica Amministrazione.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *