Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 23 gennaio 2017

Sorprese in vista a SIMA 2017 di Parigi con lo stand BKT più grande di sempre

Per la fiera SIMA 2017, una delle più importanti d'Europa nel settore delle macchine e attrezzature per l'agricoltura e l'allevamento, BKT ha in serbo alcune sorprese che svelerà solo all'ultimo momento. 

Non mancheranno spettacolari esibizioni di un fuoriclasse del football freestyle e la distribuzione di palloni da calcio in omaggio.


Seregno (MB), 23 gennaio 2017 – Dal 26 febbraio al 2 marzo, aprirà i battenti a Parigi, al Parc desExpositions de Paris Nord Villepinte, la fiera SIMA 2017Si tratta di uno dei principali appuntamenti internazionali per la meccanizzazione agricola, con oltre 1.700 espositori e un pubblico atteso di addetti ai lavori di oltre 250.000 persone

Un appuntamento d'obbligo anche per BKT che, grazie ad una presenza sempre più consolidata sulle macchine e attrezzature dei maggiori Costruttori, e ad una rete distributiva in oltre 130 Paesi in tutto il mondo, punta ad accrescere ulteriormente la sua quota di mercato nel settore agricoltura. 

All'edizione di quest'anno, BKT si presenta con unluminoso stand (Padiglione 7 Stand E008) dal nuovo design e di notevoli dimensioni: ben 459 metri quadrati, il più grande stand mai presentato fino ad ora dal gruppo indiano. 

Qui verrà svelato in anteprima mondiale, un nuovissimo pneumatico ad alta tecnologia che attualmente è ancora top secret e lo resterà fino al primo giorno d'apertura, quando farà bella mostra di sé in una veste decisamente insolita!

Grazie alle dimensioni ampliate e alla consueta puliziadelle linee, lo stand BKT offrirà ai visitatori ambienti molto più spaziosi per consentire la migliore interazione con il pubblico. 

Il nuovo layout dello stand sarà funzionale alla filosofia della presenza fieristica di BKT, che non si limita a presentare nuovi prodotti, ma trasforma l'incontro in fiera in un momento d'intrattenimento, di scambio culturale. 

In questoambito rientrano le spettacolari acrobazie con il pallone di Iya Traoré, calciatore africano, maestro del football freestyle, che oltre ad aver giocato nel Paris St. Germain e in altre importanti squadre, è stato incluso 3 volte nel Guinness dei primati. 

Traoré si esibirà allo stand quattro volte al giorno e dopo ogni spettacolo, migliaia di palloni da calcio BKT (oltre 17.000 in totale) saranno distribuiti gratuitamente ai visitatori. 

Altri omaggi e gadget saranno distribuiti allo stand nell'ambito di una speciale attività social.

I visitatori non avranno difficoltà a trovare lo stand BKT a SIMA 2017, grazie alla massiccia comunicazione promozionale BKT negli spazi esterni ed interni di tutto il complesso fieristico. 

BKT @ SIMA 2017 - Parigi26 febbraio – 2 marzo2017
Padiglione 7, Stand E008



About BKT:
Balkrishna Industries Ltd. (BKT) è un produttore di pneumatici con sede in India. 

Il gruppo BKT offre una vasta e aggiornata gamma di pneumatici Off-Highway, appositamente progettati per i veicoli operanti nei settori agricolo, industriale, movimento terra, minerario, portuale, ATV e giardinaggio. 

Le innovative soluzioni di BKT sono progettate per le esigenze di qualsiasi tipologia di utilizzatore e comprendono più di 2.400 differenti prodotti venduti in oltre 130 Paesi in tutto il mondo. 


--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 21 gennaio 2017

Morelato a Homi

venerdì 20 gennaio 2017

Guffanti Concept a Pitti Bimbo con 16 brand. Da quest'edizione l'azienda apre al mercato del Medio Oriente

Leader nella distribuzione internazionale della moda bimbo, è presente a Firenze con un team di 40 persone del commerciale, che curano i mercati arabo, asiatico e russo

Con 16 brand  rappresentati, e altrettanti stand, la partecipazione di Guffanti Concept a Pitti Bimbo, in corso in questi giorni a Firenze, è un unicum nel panorama della distribuzione della moda internazionale, capace di supportare nella strategia dalla produzione, alla comunicazione e distribuzione in Italia e all'estero.

Con più di 120 milioni di euro di fatturato generato negli ultimi 20 anni per i i brand italiani che si sono affidati a Guffanti Concept e un fatturato con incidenza estero superiore al 45%, l'azienda, grazie anche ad un team multiculturale fatto di più di 40 commerciali italiani, russi, cinesi, coreani e arabi,  è stata capace di innovare il mondo della distribuzione internazionale collocandosi come consulente strategico delle aziende a monte e non a valle delle scelte, sul modello dei suoi concorrenti francesi e statunitensi.

E da quest'edizione di Pitti Bimbo Guffanti Concept apre al mercato del Medio Oriente, creando  nuove opportunità di business per le aziende rappresentate.

Dal 1989, quando Gianfranco Guffanti ha fondato l'azienda, sono state tante le aziende ad affidarsi a Guffanti Concept per la propria strategia di internazionalizzazione, per quella che ancora oggi è una formula innovativa nel mondo della distribuzione della moda.

Tra i clienti di Guffanti Concept boutique multibrand, monomarca e department stores del segmento lusso e commerciale in Italia, ex Unione Sovietica, Great China, Korea e Paesi Arabi. 
Il Guffanti Concept headquater ha le sue antenne in un palazzo di 1000 metri quadri nella Milano della moda e a Roma in zona Aventino.

Dal 1998, prima con l'ingresso di Alessandra Guffanti, che oggi cura il commerciale e la Comunicazione, e poi con quello di Francesco Guffanti, che cura la direzione amministrativa, l'azienda ha fatto registrare una costante evoluzione verso un servizio customer care diretto.

"La nostra azienda - dichiara Alessandra Guffanti-   è fortemente impegnata nella Moda Bimbo e da quest'anno, accanto alla distribuzione in Italia, ex Urss e Asia, ha inserito i mercati arabi.
Partecipiamo alle fiere principali del fashion a Milano, Firenze, Europa e Cina e  alcuni nostri Designer sfilano in calendario durante la Fashion Week a Milano.
Per noi Pitti Bimbo è il motore con cui inizia la campagna. 
Con 16 stand e 40 commerciali in fiera costruiamo con attenzione la partecipazione a questa fiera perché produzione, comunicazione e commerciale devono sempre andare di pari passo ed è quello su cui lavoriamo nell'affiancare i clienti".



 
Chi è Alessandra  Guffanti
Quarant'anni a gennaio, Alessandra Guffanti, appassionata imprenditrice,  opera nel settore da più di vent'anni, in viaggio costante nel mondo guidando la direzione commerciale, internazionalizzazione e marketing di  Guffanti Concept.
E' presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Sistema Moda Italia e Vice Presidente dei Giovani Imprenditori di Assolombarda.



I brand bimbo distribuiti da Guffanti Concept:

In Italia

Aletta
AO76
Baiji
Bonnet à Pompon
Essence
Manila Grace
Nice Things Mini
Olive by Sisco
Rhea Costa
Sarah Jane
Sticky Fudge
Tartine et Chocolat

In Russia&CIS
Add
Blauer
Harmont&Blaine
Elisabetta Franchi
Il gufo
N21
Riders on the storm
Twinset

Nel Middle East
Aletta
AO76
Essence
Gallucci
Olive by Sisco
Opililai
Sarah Jane
Tartine et Chocolat

In Asia
Add
Aletta
Baiji
Essence
Gallucci
Harmont&Blaine
Olive by Sisco
Opililai
Sarah Jane





IL LEGNO PER L'EDILIZIA TIENE TESTA ALLA CRISI



Il 9 febbraio al via la 10^ edizione di Legno&Edilizia in Fiera a Verona

(20.01.2017) Non c'è sofferenza nel settore delle costruzioni edili in legno, con l'Italia quarto produttore europeo di edifici prefabbricati in legno (8,4% del mercato dopo Germania, Gran Bretagna e Svezia) e con un forte impegno nell'edilizia residenziale (658 milioni di euro il valore dei nuovi edifici in legno realizzati in Italia nel 2014). 

Ne è prova anche la 10^ edizione di Legno&Edilizia, mostra internazionale sull'impiego del legno nell'edilizia che dal 9 al 12 febbraio alla Fiera di Verona si presenta agli operatori professionali e al largo pubblico con un incremento della superficie espositiva: dai 15.000 (biennale del 2015) ai 25.000 mq. attuali.

"Abbiamo ampliato la base merceologica aumentando la specializzazione nei settori infissi, tetti e coperture, pavimenti – spiega Raul Barbieri direttore di Piemmeti Spa, società organizzatrice dell'evento – e portato da uno a due i padiglioni che in quattro giorni ospiteranno i principali produttori di macchine per la lavorazione di elementi in legno da carpenteria, quali CM Macchine, Essetre, Hundegger, SCM Group, Sarmax. Con loro ci saranno i costruttori, i progettisti e i commercianti di tutti gli elementi della filiera legno-edilizia, portando a Verona la più completa merceologia del comparto attualmente disponibile a livello internazionale".

Per agevolare i visitatori la mostra raggrupperà molte proposte in tre macro settori: pavimenti da interno ed esterno (essenze, finiture, fissaggio, posa in opera), tetti e coperture (finiture tradizionali e bioecologiche, isolanti, guaine, travature e lamellari, sottotetti, rivestimenti, controsoffitti), infissi (porte, finestre, componentistica).  

In esposizione inoltre essenze di legno di vario tipo, strutture portanti, carpenteria, macchine e utensili, legno da lavoro e semilavorati, case prefabbricate in legno, sistemi di sicurezza, studi di progettazione e software, pareti in legno, pannelli e macchinari da segheria.

"Legno&Edilizia conclude Raul Barbieri - si completa un fitto programma di convegni, incontri e workshop, organizzati anche quest'anno in partnership con ARCA, primo sistema di certificazione per edifici con struttura portante in legno (emanazione della Provincia Autonoma di Trento), che ha incrementato gli incontri di aggiornamento tecnico – pratico ubicati a stretto contatto con la sezione espositiva, in due arene e diverse sale convegni".

Di particolare significato le giornate di studio di venerdì 10 febbraio su "Legno & Ponti" coordinata da Enzo Siviero e Franco Laner dell'IUAV di Venezia e il seminario di sabato 11 su "Stato dell'arte delle costruzioni in legno" coordinato dal prof. Franco Laner. 

I due incontri che costituiranno una sorta di "stati generali" del settore, vedranno la partecipazione di accademici e attribuiranno crediti formativi da parte degli Ordini degli architetti e degli ingegneri di Verona.


--
www.CorrieredelWeb.it

A SIGEP 2017 LUNEDI 23/01 SI PRESENTA BARISTA & FARMER, TALENT SHOW INTERNAZIONALE DEDICATO ALLA FILIERA DEL CAFFÈ // SEGUE TAVOLA ROTONDA SU CAFFE' SOSTENIBILE CON LAVAZZA

A SIGEP 2017: BARISTA & FARMER, L'UNICO TALENT SHOW INTERNAZIONALE DEDICATO ALLA FILIERA DEL CAFFÈ


Seguirà la tavola rotonda: "Dal racconto del progetto ¡Tierra! di Lavazza al coffee talent Barista & Farmer", durante la quale gli ospiti porteranno la loro testimonianza diretta su cosa voglia dire "fare un caffè sostenibile". 

Rimini, 20 gennaio - Torna Barista & Farmer, il primo e unico talent show internazionale dedicato alla filiera del caffè, ma dove si svolgerà l'edizione 2018? Sarà ufficialmente svelato a Sigep (Fiera di Rimini, dal 21 al 25 gennaio 2017) il Paese nel quale dieci tra i migliori baristi al mondo concorreranno, avendo la possibilità di vivere per dieci giorni come produttori di caffè in un paese di origine.

L'incontro di presentazione è in programma lunedì 23 gennaio alle ore 14.30 nella Hall Sud (postazione dedicata al talent show). 
All'incontro interverranno Patrizia Cecchi, direttore Fiere Italia di Italian Exhibition Group; Francesco Sanapo, pluripremiato campione caffè e ideatore di Barista & Farmer; Alberto Polojac, direttore dell'Academy di Barista & Farmer; Michele Cannone,  Head of Food Service Marketing Lavazza; Vivian Vasquez, International cooperation project coordinator, Carcafè LtdA / coordinatrice progetto Lavazza Colombia. Modererà il giornalista Davide Agazzi.  Saranno presenti alcuni baristi e partner delle edizioni precedenti, e sarà proiettato un filmato della passata edizione. 

In Barista & Farmer, per dieci giorni, dieci appassionati del mondo del caffè potranno provare l'emozione di vivere come un picker, un contadino, lavorando presso un'azienda caffeicola. 

I concorrenti si sveglieranno all'alba per passare la mattinata all'interno della piantagione, raccogliendo chicchi di caffè, e nel pomeriggio frequenteranno l'Accademia di Barista & Farmer, un'eccezionale scuola multidisciplinare. 

I protagonisti avranno l'occasione di ricevere una formazione a 360 gradi con i migliori esperti del settore, sui diversi aspetti che compongono la complessa filiera del caffè, attraverso il fitto programma didattico dell'Accademia, che riprende i moduli SCAE.


A seguire, dalle ore 15.30 alle ore 16.15 si terrà la tavola rotonda "Dal racconto del progetto ¡Tierra! di Lavazza al coffee talent Barista & Farmer", durante la quale gli ospiti porteranno la loro testimonianza diretta su cosa voglia dire "fare un caffè sostenibile". 

Esempio virtuoso è il progetto di sostenibilità ¡Tierra! di Lavazza, nato nel 2002 e sviluppato in collaborazione con la ONG Rainforest Alliance allo scopo di migliorare le condizioni sociali e ambientali e le tecniche  produttive  di  alcune comunità di produttori di caffè. 

Una di queste è quella brasiliana di Lambarì, teatro dell'ultima edizione di Barista & Farmer. 

Oltre a Michele Canonne e Vivian Vasquez, interverrà Maximo Ochoa, direttore tecnico Fondazione Neumann Brasile / esperto del progetto Tierra Lavazza.

Il format Barista & Farmer è ideato da Francesco Sanapo, in collaborazione con Italian Exhibition Group e SIGEP - Salone Internazionale Gelateria Pasticceria e Panificazione artigianalecon il patrocinio della Speciality Coffee Association (Sca)

Per il secondo anno Lavazza sarà tra i main partner e sponsor dell'iniziativa. 

Per informazioni www.baristafarmer.com 

VIDEO:

Barista & Farmer - trailer

Barista & Farmer - video lungo
Dal minuto 3.49 i concorrenti di barista e farmer in piantagione mentre raccolgono il caffè

Barista & Farmer . video candidature



--
www.CorrieredelWeb.it

Dal 21 aprile al 21 ottobre: RADICEPURA GARDEN FESTIVAL - Giarre (Sicilia)

RADICEPURA GARDEN FESTIVAL
21 APRILE – 21 OTTOBRE 2017
PRIMA EDIZIONE

Il 21 aprile apre a Giarre (CT) in Sicilia la prima edizione del Garden Festival del Mediterraneo, promosso dalla Fondazione Radicepura


Il festival è il primo evento internazionale dedicato al garden design e all'architettura del paesaggio del Mediterraneo, che vede coinvolti giovani designer, istituzioni, imprese, grandi protagonisti del paesaggismo, dell'arte e dell'architettura. 

Fino al 21 ottobre, nel parco botanico della Fondazione Radicepura, sarà possibile visitare quattordici giardini, realizzati appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5000 varietà di piantetropicali, grasse, aromatiche, alberi mediterranei e agrumi.

Quattro giardini saranno creati da garden designer di fama internazionaleMichel na, Stefano Passerotti, James BassonKameliaZaal. 

Altri sei, di dimensioni più piccole, saranno realizzati da giovani paesaggisti selezionati tramite un bando internazionale. 

La call, che si è chiusa l'8 gennaio 2017, ha registrato un'importante partecipazione, conoltre 200 domande provenienti da 10 paesi diversi. 

La giura, presieduta da Sarah Eberlecon Jordi Bellmunt, Carmela Canzonieri, Daniela Romano, Franco Livoti e la collaborazione di Pablo Georgieff, ha selezionato a gennaio i sei partecipantiche provengono da Università degli Studi di Bologna (Italia)Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Barcelona - ETSAB (Spagna), Agence de Paysage Andueza Agor (Francia), Istanbul Technical University MustafaKemal University (Turchia) a cui si aggiunge un professionista freelance (Uruguay/Francia).

Cuore del festival sarà la celebrazione del giardino, non solo nella sua valenza estetico-culturale ma anche per il suo ruolo di luogo ideale per fermare lo sguardo sulle bellezze, in questo caso, della Regione siciliana: attraverso la personale interpretazione dell'Esperienza Mediterranea - tema della prima edizione del Radicepura Garden Festival - di quattro grandi paesaggisti e di sei giovani designer si vuole dunque creare un evento – spazio capace di agglutinare arte, cultura enogastronomica e tutela dell'ambiente, come elementi costitutivi di un territorio straordinario. 

Il Mediterraneo è uno dei «grandi cantieri» dell'umanità in tutti i sensi del termine: ecologia, culture, economie, conoscenze, vivere insieme - dichiara Pablo Georgieff, direttore artistico del festival. Abbiamo tutti voglia di essere coinvolti nell'invenzione di questo futuro al quale crediamo. Allora per pensare e fare i giardinieri, l'occasione di un nuovo festival unico nel suo genere merita un'attenzione particolare: è, a quanto ne sappiamo, il primo festival dei giardini organizzato in una struttura vivaistica. Questa idea permette di scoprire non solo lo «show» dei giardini, ma anche la realtà della produzione in vivaio e da visibilità al lavoro di tutti gli attori della costruzione dei giardini.

Altri giardini da scoprire saranno La Macchia, giardino – specchiante; l'anamorfosi, un'istallazione artistica-botanica realizzata da François Abelanet con Michel Péna per la mostra Jardins d'Orient, che arriva a Giarre grazie all'Institut dumonde arabe di Parigi; il Giardino Italia in collaborazione con l'Università degli Studi l'Orto Botanico di Padova; e ancora l'Orto didattico. 

Il parco botanico di Radicepura ospiterà, inoltre, interventi artistici e mostre: i due artisti siciliani Emilio Isgrò e Alfio Bonanno realizzeranno opere e allestimenti site specificper il festival; la Galleria Collicaligreggi curerà una mostra fotografica legata al mondo della botanica. 

Per tutta la durata del festival, è inoltre previsto un fitto calendario di appuntamenti e incontri, per approfondire attraverso workshop, conversazioni e passeggiate i temi proposti nella manifestazione.

Informazioniwww.radicepurafestival.com
Biglietto intero: 15 euro
Orari: tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 19 luglio/agosto dalle ore 17.00 alle ore 21.00
Radicepura Garden Festiva - Via Fogazzaro n. 19 - Giarre, Catania

Radicepura è un parco florovivaistico unico, orientato alla ricerca, che racchiude in sé l'autenticità della natura e la tecnologia più innovativa, nel rispetto dell'ambiente. 

Situato tra l'Etna e la costa Ionica, il parco è in continua crescita e nel 2017, in occasione del Radicepura Garden Festival, aprirà le porte ilnuovo giardino botanico, il polmone verde del parco.




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI